Idranti

Gli idranti (per interni ed esterni) a muro con tubazione di diametro 45 mm (cassette idrante UNI 45) sono costituiti da un involucro dotato di sportello sigillabile con lastra frangibile/infrangibile (oppure portello pieno senza serratura) in versione da parete o ad incasso, contenente una tubazione appiattibile a norma EN 14540 con raccordi a norma UNI 804 (le legature, ossia il sistema di fissaggio tra raccordi e tubazione, devono essere realizzati secondo UNI 7422), una lancia con intercettazione e frazionamento del getto e il rubinetto di alimentazione. La lunghezza massima delle manichette è pari a 20 m, altri valori sono ammessi solo su specifica indicazione progettuale. La tubazione, avvolta “a doppio”, viene appoggiata su un apposito supporto a forma di sella (chiamato “sella salva-manichetta”) per consentirne una migliore conservazione. La norma di riferimento è la UNI EN 671/2 con obbligo di marcatura “CE” (rif. direttiva 89/106 CPD). Esistono cassette con tubazione diametro 70 mm (UNI 70), sella, lancia DN 70, chiave di manovra utilizzabili solo quale dotazione per idranti soprassuolo. Nel caso di idranti sottosuolo alla dotazione si aggiunge il cosiddetto collo di cigno o colonnina idrante.

Un’altra categoria è rappresentata dalle cassette con tubazioni semirigide da 20 o 25 mm, denominate “cassette naspo”, disciplinate dalla UNI EN 671/1 e anche per esse vige l’obbligo di marcatura “CE”. Le cassette naspo sono dotate di avvolgitubo orientabile con tubazione già collegata alla lancia e al rubinetto. Il vantaggio principale dei naspi è la semplicità di utilizzo, oltre alla possibilità di srotolare solo la lunghezza necessaria di tubazione, mentre la portata idrica è inferiore. L’ingombro della cassetta è notevole, per questo motivo risulta difficile utilizzare le versioni da incasso.
Sia i naspi che le cassette UNI 45 sono dotati di lancia a tre effetti, che consente di variare il getto d’acqua (pieno o frazionato) e di interrompere l’erogazione quando necessario. Il comando è generalmente a leva oppure a rotazione, a seconda del modello è possibile ottenere diverse prestazioni di portata e gittata, generalmente superiori per le versioni a rotazione.
L’impianto rete idranti è disciplinato dalla Norma UNI 10779:2014.

1

Richiesta di prenotazione

Compila il modulo sottostante per qualsiasi richiesta di corso.

Verrai ricontattato il prima possibile.

Richiesta di prenotazione

Compila il modulo sottostante per qualsiasi richiesta di corso.

Verrai ricontattato il prima possibile.

Contenuto

Come allertare il sistema di soccorso:
– cause e circostanze dell’infortunio (luogo dell’infortunio, numero delle persone coinvolte, stato degli infortunati, ecc.)
– comunicare le predette informazioni in maniera chiara e precisa ai Servizi di assistenza sanitaria di emergenza
– come riconoscere un’emergenza sanitaria
Scena dell’infortunio:
– raccolta delle informazioni
– previsione dei pericoli evidenti e di quelli probabili
Accertamento delle condizioni psicofisiche del lavoratore infortunato:
– funzioni vitali (polso, pressione, respiro)
– stato di coscienza
– ipotermia ed ipertermia
Nozioni elementari di anatomia e fisiologia dell’apparato cardiovascolare e respiratorio
Tecniche di autoprotezione del personale addetto al soccorso
Come attuare gli interventi di primo soccorso
Sostenimento delle funzioni vitali:
– posizionamento dell’infortunato e manovre per la pervietà delle prime vie aeree
– respirazione artificiale
– massaggio cardiaco esterno
Riconoscimento e limiti d’intervento di primo soccorso:
– lipotimia, sincope, shock
– edema polmonare acuto
– crisi asmatica
– dolore acuto stenocardico
– reazioni allergiche
– crisi convulsive
– emorragie esterne post-traumatiche e tamponamento emorragico
I rischi specifici presenti nell’ambito di lavoro
Acquisizione delle conoscenze generali sui traumi in ambiente di lavoro:
– cenni di anatomia dello scheletro
– lussazioni, fratture e complicanze
– traumi e lesioni cranio-encefalici e della colonna vertebrale
– traumi e lesioni toraco-addominali
Acquisizione delle conoscenze generali sulle patologie specifiche in ambiente di lavoro:
– lesioni da freddo e da calore
– lesioni da corrente elettrica
– lesioni da agenti chimici
– intossicazioni
– ferite lacero contuse
– emorragie esterne
Acquisizione delle capacità di intervento pratico:
– principali tecniche di comunicazione con il sistema di emergenza del S.S.N.
– principali tecniche di primo soccorso nelle sindromi cerebrali acute
– principali tecniche di primo soccorso nella sindrome respiratoria acuta
– principali tecniche di rianimazione cardiopolmonare
– principali tecniche di tamponamento emorragico
– principali tecniche di sollevamento, spostamento e trasporto del traumatizzato
– principali tecniche di primo soccorso in caso di esposizione accidentale ad agenti chimici e biologici

Contenuto

Come allertare il sistema di soccorso:
– cause e circostanze dell’infortunio (luogo dell’infortunio, numero delle persone coinvolte, stato degli infortunati, ecc.)
– comunicare le predette informazioni in maniera chiara e precisa ai Servizi di assistenza sanitaria di emergenza
– come riconoscere un’emergenza sanitaria
Scena dell’infortunio:
– raccolta delle informazioni
– previsione dei pericoli evidenti e di quelli probabili
Accertamento delle condizioni psicofisiche del lavoratore infortunato:
– funzioni vitali (polso, pressione, respiro)
– stato di coscienza
– ipotermia ed ipertermia
Nozioni elementari di anatomia e fisiologia dell’apparato cardiovascolare e respiratorio
Tecniche di autoprotezione del personale addetto al soccorso
Come attuare gli interventi di primo soccorso
Sostenimento delle funzioni vitali:
– posizionamento dell’infortunato e manovre per la pervietà delle prime vie aeree
– respirazione artificiale
– massaggio cardiaco esterno
Riconoscimento e limiti d’intervento di primo soccorso:
– lipotimia, sincope, shock
– edema polmonare acuto
– crisi asmatica
– dolore acuto stenocardico
– reazioni allergiche
– crisi convulsive
– emorragie esterne post-traumatiche e tamponamento emorragico
I rischi specifici presenti nell’ambito di lavoro
Acquisizione delle conoscenze generali sui traumi in ambiente di lavoro:
– cenni di anatomia dello scheletro
– lussazioni, fratture e complicanze
– traumi e lesioni cranio-encefalici e della colonna vertebrale
– traumi e lesioni toraco-addominali
Acquisizione delle conoscenze generali sulle patologie specifiche in ambiente di lavoro:
– lesioni da freddo e da calore
– lesioni da corrente elettrica
– lesioni da agenti chimici
– intossicazioni
– ferite lacero contuse
– emorragie esterne
Acquisizione delle capacità di intervento pratico:
– principali tecniche di comunicazione con il sistema di emergenza del S.S.N.
– principali tecniche di primo soccorso nelle sindromi cerebrali acute
– principali tecniche di primo soccorso nella sindrome respiratoria acuta
– principali tecniche di rianimazione cardiopolmonare
– principali tecniche di tamponamento emorragico
– principali tecniche di sollevamento, spostamento e trasporto del traumatizzato
– principali tecniche di primo soccorso in caso di esposizione accidentale ad agenti chimici e biologici

Richiesta di prenotazione

Compila il modulo sottostante per qualsiasi richiesta di corso.

Verrai ricontattato il prima possibile.

Richiesta di prenotazione

Compila il modulo sottostante per qualsiasi richiesta di corso.

Verrai ricontattato il prima possibile.

Richiesta di prenotazione

Compila il modulo sottostante per qualsiasi richiesta di corso.

Verrai ricontattato il prima possibile.

Richiesta di prenotazione

Compila il modulo sottostante per qualsiasi richiesta di corso.

Verrai ricontattato il prima possibile.

Richiesta di prenotazione

Compila il modulo sottostante per qualsiasi richiesta di corso.

Verrai ricontattato il prima possibile.

Richiesta di prenotazione

Compila il modulo sottostante per qualsiasi richiesta di corso.

Verrai ricontattato il prima possibile.

Contenuto

principi giuridici comunitari e nazionali; legislazione generale e speciale; principali soggetti coinvolti e relativi obblighi; definizione e individuazione dei fattori di rischio; valutazione dei rischi; individuazione delle misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione; aspetti normativi dell’attività di rappresentanza dei lavoratori; nozioni di tecnica della comunicazione.

 

ORDINA SUBITO IL CORSO CHE TI INTERESSA TRA QUELLI DISPONIBILI DI SEGUITO

Richiesta di prenotazione

Compila il modulo sottostante per qualsiasi richiesta di corso.

Verrai ricontattato il prima possibile.

Richiesta di prenotazione

Compila il modulo sottostante per qualsiasi richiesta di corso.

Verrai ricontattato il prima possibile.

Richiesta di prenotazione

Compila il modulo sottostante per qualsiasi richiesta di corso.

Verrai ricontattato il prima possibile.

Richiesta di prenotazione

Compila il modulo sottostante per qualsiasi richiesta di corso.

Verrai ricontattato il prima possibile.

Richiesta di prenotazione

Compila il modulo sottostante per qualsiasi richiesta di corso.

Verrai ricontattato il prima possibile.

Contenuto

1) Incendio e la prevenzione incendi:
principi su combustione e incendio; sostanze estinguenti; triangolo della combustione; principali cause di incendio; rischi per le persone in caso di incendio; principali accorgimenti e misure per prevenire gli incendi.

2) Protezione antincendio e procedure da adottare in caso di incendio:
principali misure di protezione contro gli incendi; vie di esodo; procedure da adottare quando si scopre un incendio o in caso di allarme; procedure per l’evacuazione; rapporti con i vigili del fuoco; attrezzature e impianti di estinzione; sistemi di allarme; segnaletica di sicurezza; illuminazione di emergenza.

Esercitazioni pratiche

Presa visione e chiarimenti sui mezzi di estinzione più diffusi; presa visione e chiarimenti sulle attrezzature di protezione individuale; esercitazioni sull’uso di estintori portatili e modalità di utilizzo di naspi e idranti.

ORDINA SUBITO IL CORSO CHE TI INTERESSA TRA QUELLI DISPONIBILI DI SEGUITO

Contenuto

Principali soggetti del sistema di prevenzione aziendale:

compiti, obblighi, responsabilità; relazioni tra vari soggetti interni ed esterni del sistema di prevenzione; definizione e individuazione dei fattori di rischio; incidenti e infortuni mancati; tecniche di comunicazione e sensibilizzazione dei lavoratori, in particolare neoassunti, somministrati e stranieri; valutazione dei rischi dell’azienda, con particolare riferimento al contesto in cui il preposto opera;

individuazione misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione; modalità di esercizio della funzione di controllo dell’osservanza da parte dei lavoratori delle disposizioni di legge e aziendali in materia di salute e sicurezza sul lavoro, e di uso dei mezzi di protezione collettivi e individuali messi a loro disposizione.

ORDINA SUBITO IL CORSO CHE TI INTERESSA TRA QUELLI DISPONIBILI DI SEGUITO

 

Richiesta di prenotazione

Compila il modulo sottostante per qualsiasi richiesta di corso.

Verrai ricontattato il prima possibile.